Tutte le notizie

LUNEDI’ RIAPRIAMO LO STADIO. ECCO LE MISURE DI SICUREZZA

LUNEDI’ RIAPRIAMO LO STADIO. ECCO LE MISURE DI SICUREZZA

Autore: Sandro/venerdì 22 maggio 2020/Categorie: News

www.atleticafabriano.it Nelle ultime 24 ore 87 visualizzazioni, Totale 15.568

 

Nella foto, Gaia durante l’allenamento di poco fa’

 

DA LUNEDI’ 25 MAGGIO SI TERNERA’ ALLO STADIO. LA FEDERAZIONE AUTORIZZA LE CATEGORIE DAI CADETTI IN SU. AL MOMENTO RESTA FUORI LA CATEGORIA RAGAZZI CHE DOVRA’ ATTENDERE ALMENO UN’ALTRA SETTIMANA.

 

CIO’ CHE TROVERETE ALL’INGRESSO DELLO STADIO:

 

Inizio allenamenti ore 17.30 (Siate “Puntuali”, i Cancelli dello Stadio devono essere richiusi dopo il vostro ingresso)

Giorni degli Allenamenti Lunedì – Mercoledì – Venerdì (martedì, giovedì e sabato a discrezione dei Tecnici)

 

“All’ingresso nei giorni di Lunedì – Mercoledì e Venerdì un Addetto (con mascherina e guanti) si occuperà dell’accoglimento degli Atleti, verificati con Termo scanner e registrati sul Registro delle entrate. Lo stesso Addetto informerà gli accompagnatori dell’Uscita degli Atleti non patentati, prevista all’altro lato della pista (lato Pala Cesari). L’uscita per chi viene in auto sarà al cancello abitualmente usato durante le partite di calcio per l’accesso dei tifosi locali. I percorsi saranno segnalati con nastro bianco rosso. I Cancelli verranno chiusi dopo ogni ingresso degli Atleti, quindi si raccomanda la massima Puntualità

L’ingresso allo Stadio sarà il solito (Cancello principale) ma l’ingresso alla pista sarà dirottato verso sinistra, in fondo, dopo le scale di accesso alla tribuna

Soltanto i Tecnici ed i Dirigenti avranno accesso all’Atrio, dove troveranno Guanti, Mascherine, Gel Mani, Igienizzante. Tecnici e Dirigenti sono tenuti ad indossare i dispositivi di protezione. Soltanto i Tecnici dovranno movimentare attrezzi usati per gli allenamenti a meno che gli Atleti non abbiano attrezzi propri, che non potranno condividere con gli altri

Gli Attrezzi usati dovranno essere igienizzati prima, durante e dopo l’uso

Gli Atleti sono invitati a munirsi di un tappetino o asciugamano che possono posizionare nel giusto distanziamento sociale ed utilizzare come punto di riferimento durante le pause

Servizi Igienici: uno nell’Atrio per Istruttori e Dirigenti, altri due (uno per i maschi, uno per le femmine) saranno a disposizione sulle tribune e distanziati tra loro. Ogni Servizio Igienico, continuamente igienizzato (water e lavabo con candeggina diluita 1/3, mattonelle e pavimento con alcol etilico) sarà dotato di Gel mani, Carta usa e getta, Sapone Antibatterico, Igienizzante, Istruzioni per il corretto uso dei prodotti d’igiene

Come da disposizioni normative, non saranno accessibili i locali Spogliatoi, Docce, Palestra

La Segreteria sarà aperta all’occorrenza e previo appuntamento telefonico al 339 110 3299

Sessioni di Allenamento: I Tecnici verificheranno l’effettiva necessità di stabilire sessioni di allenamento in base al numero degli Atleti presenti, ricordando che saranno a disposizione oltre 4000 mq di superficie

Non saranno ritenuti sufficienti i distanziamenti previsti dalla FIDAL durante le ripetute sul rettilineo (ossia “una corsia occupata ed una no”). In sei corsie saranno posizionati per le prove soltanto due Atleti alla volta

Segreteria e Tecnici avviseranno gli Atleti con Certificato Medico Scaduto ed il Presidente si renderà disponibile a chiedere l’appuntamento al Dott. D’Ambrosio

Durante gli allenamenti gli Atleti, controllati dai propri Tecnici, dovranno osservare un ampio “Distanziamento Sociale” durante l’attività e “oltre due metri” di distanza durante le pause

E’ assolutamente vietato sputare. Eventuali colpi di tosse e starnuti andranno soffocati all’interno del braccio piegato al gomito

Guanti: chi li indosserà (i Tecnici ed i Dirigenti) dovrà evitare di toccarsi la faccia. Non dovranno essere abbandonati nell’ambiente, una volta usati, ma gettati negli appositi cestini (così come le mascherine non più utilizzabili)

Mascherine: tutti sono tenuti ad entrare ed uscire dallo stadio con la mascherina e sempre evitando accuratamente gli assembramenti. E’ ritenuto dannoso l’uso delle mascherine durante l’impegno fisico, quindi sarà compito degli Istruttori distanziare gli Atleti”

VIRUS E COMPRENSORIO –   Continua il periodo positivo nel Comprensorio Montano dove anche oggi non si registrano nuove positività, ma addirittura 10 guarigioni (negli ulti due giorni) per quel che riguarda il Comune di Fabriano, da tre settimane senza casi accertati. QuindiFABRIANO – 10 attualmente malati, 74 guariti, 7 deceduti, complessivamente 91 casi accertati; SASSOFERRATO da 37 giorni senza nuovi casi, quindi: 2 attualmente malati, 14 guariti, 3 deceduti, per complessivi 19 casi accertati; CERRETO D’ESI i giorni di respiro sono 29, quindi 3 guariti, 1 deceduto, totale 4 casi; GENGA, ormai libera da 48 giorni, quindi 1 accertato e guarito, totale 1 caso; SERRA SAN QUIRICO -  Territorio Covid Free. Ci sono da attendere soltanto le guarigioni.

VIRUS E REGIONE, MOLTO VICINI ALLO ZERO – TORNIAMO A REGISTRARE DECESSI. OGGI SONO 3. Nelle ultime 24 ore i nuovi positivi riscontrati nelle ultime 24 ore sono 8 su un totale di 1006 nuove diagnosi effettuate. I positivi sono 2 in provincia di Pesaro Urbino, 2 ad Ancona, 3 a Macerata, 1 fuori regione. A questo percorso delle nuove diagnosi si aggiungono i tamponi effettuati per il percorso guariti e quelli di controllo dei positivi del percorso sierologici. Un dato leggermente inferiore a quello registrato giovedì che vede però nuovi positivi nella provincia di Ancona che registrava invece zero nuovi casi. Sempre a zero la provincia d Ascoli. Nelle ultime ore i guariti e dimessi nelle Marche sono stati 72 e salgono a 3939.Dei 6697 casi positivi totali nelle Marche, 116 sono ricoverati, 1652 in isolamento domiciliare, e 993 sono deceduti. Le vittime del 22 maggio comunicate dal Gores sono: un 72enne di Tolentino; una 81enne di Vallefoglia e un 87enne di Pergola.

VIRUS  E NAZIONE Dei 652 tamponi positivi rilevati oggi, la maggior parte sono in Lombardia, con 293 nuovi positivi (il 44,9% dei nuovi contagi). Tra le altre regioni più colpite dal coronavirus, l'incremento di casi è di 87 casi in Piemonte, 53 in Emilia Romagna, di 21 in Veneto, di 35 in Toscana, di 45 in Liguria e di 31 nel Lazio. Sono ancora ricoverate con sintomi 8.957 persone, 312 meno di ieri. In isolamento domiciliare 49.770 persone (-1281 rispetto a ieri). Nelle ultime ventiquattr'ore sono morte 130 persone (ieri le vittime erano state 156), arrivando a un totale di decessi 32616. I guariti raggiungono quota 136.720, per un aumento in 24 ore di 2160 unità (ieri erano state dichiarate guarite 2.278 persone). Il calo dei malati (ovvero le persone attualmente positive) è stato pari a 1.638 unità (ieri erano stati 1.792) mentre i nuovi contagi rilevati nelle ultime 24 ore sono stati 652 (ieri 642). Questi due dati vanno sempre analizzati considerando il fatto che sono strettamente collegati al numero di tamponi fatti. Oggi sono stati fatti 75.380 tamponi (ieri 71.679). Il rapporto tra tamponi fatti e casi individuati è di 1 malato ogni 115,6 tamponi fatti, il 0,9%. Negli ultimi giorni questo valore è stato in media del 1,1%. Il numero totale di persone che hanno contratto il virus dall'inizio dell'epidemia è 228.658.

 

Visualizzazioni (81)