Tutte le notizie

TERZO GRADINO DEL PODIO A SQUADRE IN QUEL DI MACERATA

TERZO GRADINO DEL PODIO A SQUADRE IN QUEL DI MACERATA

Autore: Sandro/domenica 1 settembre 2019/Categorie: News

Abbiamo portato a casa la coppa dei terzi classificati nella classifica a squadre, con 25 punti e soltanto 6 atleti a punteggio, contro i 50 della Stamura Ancona (ben 15 atleti in classifica) e gli 89 dei padroni di casa dell'Avis Macerata (23 punteggi), a confermare che l'Atletica Fabriano ha tanta qualità, non solo quantità. Dietro di noi altre 13 Società di rango (che fine ha fatto la Sanbenedettese?). Dicevamo nel sottotitolo dei migliori risultati tecnici del gruppetto biancorosso ed in effetti, stando ai pronostici, Francesco Ghidetti, con 22"46 nei 200 e Chiara Capezzone con 10'25"41 nei 3000 metri, hanno confermato in pieno i pronostici. Abbiamo vinto una sola gara, ma i secondi e terzi posti sono stati fondamentali per la classifica finale. D'argento, oltre a Francesco e Chiara, sono stati Martina Ruggeri nel salto in lungo (5.29) e Gaia Ruggeri nel giavellotto (34.61), Alessandro Giacometti nel lungo Cadetti (5.66 e record personale), di bronzo Alessandro Giacometti negli 80 Cadetti (10"12) e Anna Maria Cesaroni nei 300 (44"31). A vincere è stata Sofia Coppari, unica concorrente nel disco Cadette, ma autrice della miglior prestazione regionale stagionale fino ad ora con un lancio a metri 24.53. Da segnalare anche i 200 metri di Leonardo Piombetti (24"61), Mattia Napoletano (25"26), Enrico Ghidetti (Master M55, 26"38), Noemi Dolciotti (26"64, personale eguagliato, quarta, 3 punti per la classifica) e Sara Santinelli (27"84). Infine, due punti sono arrivati da Nicolas Nucci, che, litigando con l'asse di battuta, ha raccolto nel lungo un 5.19 che non dice niente circa le sua reali possibilità. In multimedia molte foto della manifestazione. Chi merita un plauso particolare, ad ogni modo, è Jacopo Coppari (nella foto), Cadetto dal talento tutto da esprimere che, intanto, si è tolto la soddisfazione di migliorare un po' ovunque e raccogliere la medaglia d'argento nel Campionato Regionale di prove Multiple. Jacopo ha avuto la disavventura di beccare in pieno un ostacolo con il ginocchio della seconda gamba, tanto da dover riprendere da fermo la corsa, che avrebbe sicuramente vinto con crono di tutto rispetto. Lì sono tramontate le sue speranze di titolo regionale, nonostante 1.53 nell'alto, 30.10 nel giavellotto, 5.82 nel lungo (!), 20.62 nel disco e 3'33"65 nei 1000. Bravissimo Jacopo, in ogni caso. Tanti orizzonti si sono aperti in questa circostanza, così come per Alessandro Giacometti che ha chiuso il lungo con 5.66 battendo assolutamente fuori asse. 

Visualizzazioni (129)