Tutte le notizie

FRANCESCO GHIDETTI, ANCORA UN FULMINE IN QUEL DI RIETI

FRANCESCO GHIDETTI, ANCORA UN FULMINE IN QUEL DI RIETI

Autore: Sandro/venerdì 5 luglio 2019/Categorie: News

Continua a stupire Francesco Ghidetti, ma in fondo il suo talento è stato palesato più volte nel recente passato. Il giovanissimo atleta, figlio d'arte, aveva solo bisogno di una migliore tecnica di corsa per dimostrare che i suoi limiti sono ancora tutti da scoprire e che, intanto, si permette di cancellare sistematicamente i senatori dell'Atletica Fabriano, Alessio Mantini nei 100 metri e Massimiliano Poeta (che lo allena insieme al prof Renato Carmenati) nei 200. A Rieti, in Rappresentativa, Franci è stato strepitoso in entrambe le circostanze, vissute a distanza di tempo ravvicinato (circa 50 minuti). Un fulmine nei 100, con 11"00 ed appena una bava di vento a favore (1.1), tanto per cancellare l'11"09 di pochi giorni fa. Il rammarico per un centesimo in meno che lo avrebbe portato ad abbattere il muro degli undici è decisamente smorzato dalla sua giovanissima età (17 anni) e poi, a ben considerare, la stagione agonistica non è affatto conclusa, con i regionali Assoluti del prossimo fine settimana a Fermo e quelli Allievi di settembre. Pari e patta con papà Enrico, che, molti anni or sono corse in 11 netti, però manuale, il che depone nettamente a favore del figlio. Comunque, neanche il tempo di togliersi le chiodate, e Francesco era di nuovo ai blocchi di partenza nei 200 metri. Sicuramente li ha corsi in grande convinzione e decontrazione, affrontando la curva come si conviene e distendendosi nel rettilineo finale. Il crono gli ha ancora dato ragione, aprendogli spazi inesplorati. 22"34, da mettere agli archivi, cancellando lo storico 22"45 di Max Poeta (impegnato domani nei tricolori Master a Campi Bisenzio, per la conquista dell'ennesimo titolo Master nei 400 metri). Grandissimo Francesco, dunque, un'altra giornata magica! Soltanto 28.92 e molti nulli per Vesna Braconi nel disco Allieve, ma in fondo ci sta, dopo una stagione vissuta a sorprendere tutti, continuamente, con martellate lunghissime, fino a 52.85 e dischi lanciati a 34 metri e mezzo. Ora, per Vesna, si tratterà soltanto di ricaricare le batterie in vista dei prossimi impegni, a cominciare proprio dagli Assoluti del fine settimana che sarà. DOMANI IL COMMENTO DELLE GARE DI RECANATI

Visualizzazioni (170)