Tutte le notizie

ARGENTO E RECORD REGIONALE, UN’ALTRA FETTA DI TORTA

ARGENTO E RECORD REGIONALE, UN’ALTRA FETTA DI TORTA

Autore: Sandro/sabato 15 giugno 2019/Categorie: News

Mettiamoci pure il bronzo di Irene Rinaldi nel peso ed i punti importanti racimolati da Chiara Capezzone nei 1500, Martina Ruggeri negli ostacoli, da Giulia Lippera nei 3000 siepi e dalla staffetta 4x100, ed il quadro è alquanto soddisfacente per chiudere la prima giornata della Finale Nazionale di Serie B in linea con i migliori presupposti. Ma andiamo per ordine, cominciando dai 12 punti messi nel forziere con facilità da Sara Zuccaro nel martello. La fresca Campionessa Italiana Junior, si è aggiudicata la gara lanciando in piena scioltezza ed autorità a 53.39, misura ormai canonica per un'atleta della sua classe. All'ultimo momento abbiamo dovuto rinunciare a Federica Carini nel salto in alto, a causa di problemi intestinali che non le hanno lasciato scampo. Nel triplo, fuori gioco Angelica Marinelli, ancora con le bende per un intervento agli occhi, si è cimentata di nuovo Elettra Ruggerio che, dopo due pregevoli salti di prova, ha dovuto lottare invano con il vento contro che l'ha tenuta costantemente fuori asse di battuta. Per lei soltanto 10.46, che comunque le è valsa la nona posizione e 4 punti. Contemporaneamente Martina Ruggeri vinceva autoritariamente la sua serie nei 100hs, corsi in un pregevole 16"07 (sua seconda prestazione di sempre) portando a casa 6 punti, visto che nell'altra serie le concorrenti erano imprendibili. Nei 100 metri Gaia Belletti si esprimeva in 13"99 patendo un po' il vento contro, che peraltro ha frenato Sara Santinelli per tutti i 100 metri iniaziali del suo giro di pista. Sara è piccolina, un vento contrario così sostenuto ne ha messo in discussione il ritmo, difficile da ritrovare strada facendo. Per lei, che cercava il minimo per i tricolori di Agropoli, 1'01"96, un punticino soltanto come per Gaia, ma (per entrambe) sicuramente una splendida esperienza da vivere serenamente nell'abbraccio della squadra. Eccoci ai 1500 metri, con il solito ardore gettato nella mischia dall'indomita Chiara Capezzone. Gara tattica, tantissimo vento contro a disturbare e lei non ci sta a ragionare in questi termini. Ha fatto la sua gara, per come se l'è sentita, chiudendo in un pregevole 4'54"16, come dire 8 punti nel forziere e giurando sul 5000 di domani che la vedrà sicuramente protagonista come sempre. Non poteva mancare all'appello Irene Rinaldi, bronzo nel peso (metallo a cui ormai è affezionata nella manifestazioni nazionali, buon ultimo il tricolore Junior di Rieti) con un lancio per lei normale a 11.71. Domani il disco (niente nulli, per carità!) opposta al super asso della nazionale maggiore Daisy Osakue. Parliamo pure all'infinito di Giulia Lippera, insegnante di lingue, istruttrice Fidal, veterana di mille competizioni, sempre appassionata a tal punto da cercare imperterrita di abbassare il personale tra le barriere e la riviera dei 3000 siepi. Per lei 14'17"56, appunto 31 centesimi in meno del suo precedente limite e 5 punti per la classifica. Per concludere la 4x100 (Martina Ruggeri, Elettra Ruggiero, Noemi Dolciotti, Sara Santinelli) che, complice il primo cambio molto ma molto schiacciato, ha corso in 50"31, magari perdendo una posizione rispetto agli accrediti, ma portando comunque 6 punti nel forziere biancorosso. Ricapitoliamo nel dettaglio con l'abituale griglia: 

ATLETA

PRESTAZIONE

POSIZIONE

PUNTI

ZUCCARO SARA

53.39 (MARTELLO)

12

RUGGERI MARTINA

16”07 (100HS)

6

BELLETTI GAIA

13”99 (100)

12°

1

SANTINELLI SARA

1’01”96 (400)

12°

1

CAPEZZONE CHIARA

4’54”16 (1500)

8

RUGGIERO ELETTRA

10.46 (TRIPLO)

4

LIPPERA GIULIA

14’17”56 (3000SP)

5

RINALDI IRENE

11.71 (PESO)

10

GATTI CAMILLA

23’51”01

11

RUGGERI MARTINA-RUGGIERO ELETTRA-DOLCIOTTI NOEMI-SANTINELLI SARA

50”31 (4X100)

6

 

 

 

64

Domani le ragazze se la vedranno con i 200 (Noemi), i 400hs (Silvia),  il salto in lungo (Martina), gli 800 (Gioia), i 5000 (Chiara), il giavellotto (Gaia), il disco (Irene), la 4x400 (Silvia, Chiara, Noemi, Sara). Forza, per l’Atletica Fabriano è un vero onore schierare questa Squadra così robusta e di qualità! Ed è un vero piacere ritrovare la passione, mai doma, ma soltanto sopita, di atlete di rango come Chiara Capezzone, Elettra Ruggiero e Gioia Becci, lontane per un po' dal clangore della competizione, ma pronte a ritrovarsi schierate con la stessa determinazione di sempre!

Visualizzazioni (311)