Tutte le notizie

UNA GIORNATA DEDICATA CON AFFETTO AL NOSTRO CARO THOMAS

UNA GIORNATA DEDICATA CON AFFETTO AL NOSTRO CARO THOMAS

Autore: Sandro/domenica 7 gennaio 2018/Categorie: News

La notizia di questa tragica e prematura scomparsa è arrivata telefonicamente da Pino Gagliardi, allenatore di Thomas Cipriani. Pino piangeva commosso e disperato per ciò che aveva appreso. Massimo, 52 anni, stroncato da un infarto, aveva lasciato sgomenti Thomas, il fratello maggiore Samuele e la mamma Cristina. Una famiglia straordinaria la loro, di una serenità e bontà d'altri tempi, ed ora così duramente provata da un dramma del genere. Tutti gli atleti impegnati nella giornata odierna al palaindoor di Ancona, hanno dedicato le loro prestazioni a Thomas ed ai suoi cari. L'estremo saluto a Massimo (zio di Gabriele Archetti) sarà dato domani mattina alle 11.00 presso la chiesa parrocchiale di Albacina. Con tanta tristezza nel cuore, torniamo a parlare delle gare odierne. Già ieri avevamo archiviato con soddisfazione i record sociali di Irene Rinaldi nel peso Junior, di Rachele Stazi nei 1000 Junior e di Andrea Mingarelli nei 1000 Allievi. Oggi ci siamo deliziati con in Pentathlon di Martina Ruggeri (nella foto) che, oltre a racimolare 2948 che la portano diritta a Padova per il Campionato Italiano Junior di Prove Multiple, le ha regalato tre splendidi record sociali, nei 60hs con 9"56, nel lungo con un altrettanto splendido 5.60 e, appunto, nel Pentathlon Indoor, cancellando nientemeno che un nome storico come quello di Elisa Cisbani. Non è tutto, perché vittime illustri le hanno mietute anche i più giovani, a cominciare da Francesco Ranxha nella categoria Ragazzi. Francesco ha superato Giacomo Lorenzini nel record dei 60 piani con un ottimo 7"99 e Davide Ferretti nel salto in lungo portando il record a 4.70. Bravissimo questo ragazzo allenato da Gabriele Archetti, migliorato vistosamente nel modo di correre e nella tecnica di salto! Nei 60 da sottolineare anche l'8"66 di Federico Tempestini, il 9"16 di Matteo Ambrosini ed il 9"39 di Luis Da Silva. Federico, in crescita costante in tutte le discipline, è stato poi quarto nei 600 metri con crono di 1'49"52, davanti a Mattia Ferranti in 1'54"59 ed ai giovanissimi Yesuneh Cornelli (2'07"71) e Matteo Cucco (2'09"34). Nel salto in lungo, dietro al vittorioso Francesco Ranxha, si sono classificati Mattia Ferranti sesto con 3.95, Matteo Ambrosini decimo con 3.76, Luis Da Silva con 3.67 e Matteo Cucco con 2.88. Quattro gradite presenze nei 60 piani Ragazze, con Sara Agostinelli 9"47, Anna Sbaffi 9"69, Sonia Tiberi 9"84 ed Elisa Benedetti 10"16. Elisa ha anche corso i 600 in 2'13"84, mentre Sara ha saltato 3.06 nel lungo e Sonia 2.91, per concludere con Anna a 7.35 nel peso. Non è finita, visto che anche nella categoria Cadette ci sono state scintille, merito di Sofia Coppari, prima nel peso, superando nientemeno il record di Sara Zuccaro, portandolo a 9.71, poi nel triplo, al suo esordio assoluto in questa disciplina, distruggendo quello di Maria Nora Conti con un probante 10.34 che apre orizzonti quanto mai interessanti anche in questa disciplina. Nella stessa gara di peso ottimo personale per Vesna Braconi con 9.58 e per Cristina Cipolletta con 7.86. Cristina ha anche ottenuto il personale nel triplo con un salto a 9.15. Tra i Cadetti, Filippo Danieli ha stravinto il getto del peso con 10.37, ricordando appunto le gesta di Thomas in questa categoria e poi ha trovato modo, anche se per 2 centesimi soltanto, di limare il personale nei 60 portandolo a 8"18. In questa gara non ha brillato Alessandro Giacometti, che, complice una partenza non esemplare, ha ottenuto 8"04, riscattandosi poi con il suo esordio nel triplo a 10.15. Del resto Alessandro è stato a lungo fermato dall'influenza ed ha bisogno di un attimo di tempo per riprendersi completamente. Nel pomeriggio, oltre alle gare conclusive di Martina nelle prove multiple, abbiamo assistito ad una passerella dei nostri atleti nei 200 metri.  Lorenzo Lattanzi, secondo anno Allievi, con 24"65 ha migliorato di 34 centesimi il suo personale indoor, ed ugualmente, con un valido 25"07, si è migliorato Giacomo Lorenzini. Bene anche Mattia Napoletano, sempre appassionato ed in grado di correre subito in 26"03. Al momento sono loro ad attendere altri due compagni di squadra (tra Lorenzo Pistoni, Andrea Girolametti, Leonardo Piombetti e Patrick Veiga) per schierare la migliore staffetta 4x200 Indoor. Tra le Allieve, abbiamo salutato il rientro agonistico stagionale di Noemi Dolciotti, decisamente brava a correre in 26"97, non lontana dal suo personale indoor (26"90) e di Silvia Moretti, che ha fermato il crono a 28"20. Insomma, ci sarà da divertirsi durante i prossimi due mesi. Quindi, riassumendo, i record sociali sono stati tanti già in apertura: Irene Rinaldi nel peso Junior, Berat Mehmedi nel Pentathlon Allievi, Andrea Mingarelli nei 1000 Allievi, Rachele Stazi nei 1000 Junior, Francesco Ranxha nei 60 e nel lungo Ragazzi, Sofia Coppari nel peso e nel triplo Cadette, Martina Ruggeri nei 60hs, lungo e Pentathlon Junior.

Visualizzazioni (183)